Slow wine 2017

15 novembre 2016

senza-titolo-1

Essere in guida “Slow” mi rende sempre orgogliosa perchè la guida valorizza i prodotti buoni, puliti e giusti. Rispetto del lavoro in vigna, interpretazione del terroir ed esaltazione delle potenzialità di vitigni autoctoni sono gli elementi che la guida mette in risalto. Tutti valori che condivido appieno. Ecco la scheda di quest’anno:

“Valentina Passalacqua è legata alla terra come pochi altri (o altre) e anche i suoi vini richiamano costantemente il concetto. Allo stesso tempo è anche molto legata al suo Gargano: non è dunque un caso che l’azienda sorga alle pendici del promontorio, nè che Valentina abbia intrapreso prima la via del biologico e poi quella del biodinamico. La sostenibilità ambientale infatti, è alla base del suo lavoro, l’intero complesso è alimentato da energia fotovoltaica ed eolica. Il team è composto dall’enologo Andera Di Maio e dall’agronomo Nazario Giagnorio, In cantina Giovanni Ciampi.

VIGNE. Settanta ettari di vigneto, di cui 52 in produzione allevati a tendone, spalliera e pagliarello (una sorta di alberello). I terreni sono di medio impasto ricchi di scheletro, divisi in due corpi: uno vicino alla sede aziendale e l’altro poco distante. L’azienda aderisce al consorzio Renaissance des Appelation di Nicolas Joly e ha la certificazione vegana. Nella retroetichetta è indicato il contenuto di anidride solforosa residua.

VINI. La mineralità è una caratteristica costante nei vini. Eccellente il Terra Minuta 2015 (fiano greco 24.000 bt) con tono agrumato in evidenza, freschezza e finale persistente e pulito. Più complesso e intrigante il Cosìcomè 2015 (falanghina, 3300bt), che può contare anche su una maggiore struttura. Molto buono il Rosa Terra 2015 (uva di Troia 6500bt) di ottima bevibilità. Valido, nonostante l’annata il Nero di Troia 2014 (10.000 bt), dal tannino levigato e di medio corpo. Bella prova anche per il Bombino 2015 (6.000 bt) che in bocca si distende con lunghezza adeguata. Interessante il Terra Sasso 2014 (negroamaro, primitivo 19.000 bt) morbido e speziato, dal pregevole equilibrio.

CONCIMI: letame, compost, preparati biodinamici
FITOFARMACI: rame e zolfo
DISERBO: meccanico
LIEVITI: indigeni
UVE: 100% di proprietà
CERTIFICAZIONE: in conversione biodinamica, biologica.

slow-wine

ValentinaSlow wine 2017